lasciare

lasciare [lat. laxare "allargare, allentare, sciogliere", der. di laxus "allentato"] (io làscio, ecc.).
■ v. tr.
1. [cessare di tenere e sim.] ▶◀ mollare. ◀▶ reggere, stringere, tenere, tirare.
2. (estens.)
a. [fare restare una persona o una cosa in un luogo per dimenticanza] ▶◀ dimenticare, scordare. ◀▶ ricordarsi (di).
b. [evitare o dimenticare di fare o dire: hai lasciato dei dettagli importanti ] ▶◀ omettere, tralasciare, trascurare. ◀▶ ricordare, ricordarsi (di).
3.
a. [andare lontano da qualcuno o qualcosa] ▶◀ abbandonare, allontanarsi (da), andare via (da), andarsene (da), congedarsi (da), salutare, separarsi (da), staccarsi (da). ◀▶ avvicinarsi (a).
● Espressioni: fig., lasciare indietro ▶◀ e ◀▶ [➨ indietro]; lasciare l'abito ➨ ❑.
b. [andarsene in modo definitivo lontano dalla persona amata e sim.: ha lasciato il marito, la moglie ; Lasciolla quivi, gravida, soletta (Dante)] ▶◀ abbandonare, dire addio (a), (fam.) mollare, (fam.) piantare (in asso).
● Espressioni: fig., lasciare il mondo 1. [cessare di vivere] ▶◀ andarsene, (fam.) crepare, (lett.) decedere, (lett.) defungere, (fam.) lasciarci (o rimetterci) la pelle (o le penne o la buccia), morire, spirare, (lett.) trapassare. 2. [darsi alla vita religiosa] ▶◀ prendere i voti. ◀▶ lasciare l'abito, spretarsi.
c. [riferito a luogo, andarne lontano: ha lasciato il proprio paese ; ha lasciato l'ufficio alle dieci ] ▶◀ abbandonare, allontanarsi (da), partire (da), (lett.) partirsi (da).
d. (fam.) [nella forma lasciarci, riferito a parte del corpo e a proprietà, subirne la perdita: ci lasciò un braccio ] ▶◀ perdere, (fam.) rimetterci. ◀▶ (fam.) guadagnarci.
● Espressioni: fam., lasciarci la buccia (o la pelle o le penne) ➨ ❑.
4. (fig.)
a. [cessare di fare qualcosa, anche assol.: l. l'università ; dopo anni di lavoro, ha lasciato ] ▶◀ abbandonare, interrompere, (fam.) mollare, (fam.) piantare, rinunciare (a), smettere. ◀▶ ricominciare, riprendere.
● Espressioni: fig., lasciare il campo ▶◀ abbandonare, arrendersi, demordere, desistere, lasciare perdere, (fam.) mollare, ritirarsi. ◀▶ insistere, ostinarsi, perseverare, (fam.) tenere duro.
b. (non com.) [non avere o non fare più, anche con la prep. di e l'inf.: l. i timori ; quando mi vide, lasciò di suonare ] ▶◀ cessare, interrompere, smettere.
● Espressioni: lasciare da parte ▶◀ [➨ parte s.f. (2. b)].
5.
a. [far rimanere: l. uno nei guai, rovinato ; l. la famiglia in miseria ] ▶◀ (fam.) mollare, (fam.) piantare.
● Espressioni: fig., lasciare a bocca aperta ▶◀ (non com.) basire, meravigliare, sbalordire, stupire; fig., lasciare a bocca asciutta ▶◀ deludere; lasciare a metà ▶◀ interrompere, lasciare in sospeso, sospendere.  troncare. ◀▶ concludere, finire, portare a termine, terminare, ultimare; fig., lasciare di sasso (o di stucco) ▶◀ freddare, gelare, paralizzare, sconcertare; fig., lasciare fuori ▶◀ escludere. ◀▶ coinvolgere, includere.
b. (estens.) [far rimanere un segno, una conseguenza di una determinata azione: l. l'impronta, l'orma, la traccia ] ▶◀ imprimere, stampare.
● Espressioni: fig., lasciare il segno (su qualcosa o qualcuno) ➨ ❑.
6.
a. [fare avere una cosa allontanandosi: lasciami un po' di soldi ; ti lascio le chiavi ] ▶◀ affidare, consegnare.  dare.
b. [fare in modo che qualcosa o qualcuno rimanga nella custodia di qualcuno, con la prep. a del secondo arg.: ho lasciato i bambini a una vicina ] ▶◀ affidare, consegnare, dare in custodia.
c. [dare per testamento] ▶◀ assegnare,  (giur.) legare. ◀▶   ereditare.
d. [assegnare come eredità genetica: il nonno gli ha lasciato il suo caratteraccio ] ▶◀ passare, trasmettere. ◀▶   ereditare, (pop.)  prendere.
e. (fam.) [cedere in vendita: me l'ha lasciato per pochi euro ] ▶◀ vendere. ◀▶   avere,  comprare,  prendere.
f. [tenere a disposizione, anche con la prep. a del secondo arg.: t'ho lasciato il prosciutto ; le brighe più noiose le lascia sempre a me ] ▶◀ mettere da parte, (lett.) riserbare, serbare, tenere in serbo.
7. [seguito da un inf. (o da che e il cong.), con valore debolmente causativo, fare in modo che qualcuno faccia qualcosa, o non fare nulla per impedirglielo: lasciar sfogare qualcuno (o l. che gridi, che si sfoghi ); lascia che ti aiuti ] ▶◀ fare.  concedere, consentire, permettere. ◀▶ impedire, proibire, vietare.
● Espressioni: lasciare andare (o correre o perdere) ➨ ❑; lasciare stare ➨ ❑.
8. [con la prep. a e l'inf., soltanto nell'espressione l. a desiderare ]
● Espressioni: lasciare a desiderare [di persona o cosa, avere dei difetti: il compito lascia a desiderare per la punteggiatura ; non l. nulla a desiderare ] ◀▶ appagare, soddisfare.
■ lasciarsi v. recipr.
1. [prendere congedo: ci siamo lasciati alle otto ] ▶◀ congedarsi, salutarsi.
2. [andare lontani l'uno dall'altro, anche detto di persone amate: si sono lasciati dopo anni ] ▶◀ dirsi addio, dividersi, (fam.) mollarsi, (fam.) piantarsi, separarsi.
■ v. intr. pron. [con senso causativo, in costruz. con l'inf., non opporre resistenza: l. ingannare ; si lasciò morire di fame ] ▶◀ farsi.
● Espressioni: lasciarsi andare ➨ ❑.
lasciarci la buccia (o la pelle o le penne) [cessare di vivere] ▶◀ (fam.) andarsene, (spreg.) crepare, morire, (fam.) rimetterci la buccia (o la pelle o le penne), (spreg.) schiattare, spirare, (fam.) tirare le cuoia.
lasciare andare (o correre o perdere)
1. [non prendersi cura] ▶◀ abbandonare, disinteressarsi (di), interrompere, smettere, trascurare. ◀▶ badare (a), curare, interessarsi (a).
2. [non considerare] ▶◀ glissare (su), passare sopra (a), sorvolare, tralasciare. ◀▶ affrontare, approfondire, soffermarsi (su).
lasciare il segno (su qualcosa o qualcuno) [avere un effetto rilevante o permanente] ▶◀ condizionare (∅), influenzare (∅), influire.  marchiare.
lasciare l'abito ▶◀ smonacarsi, spretarsi. ◀▶ lasciare il mondo, monacarsi, prendere i voti.
lasciare stare ▶◀ e ◀▶ [➨ stare (1)].
lasciarsi andare
1. [diventare più tranquillo] ▶◀ abbandonarsi, distendersi, rilassarsi. ◀▶ irrigidirsi.
2. [non porre resistenze a un sentimento, con la prep. a : l. andare alla commozione ] ▶◀ abbandonarsi, cedere. ◀▶ resistere.
3. [farsi prendere dall'abbattimento] ▶◀ abbattersi, avvilirsi, (fam.) buttarsi giù, perdersi d'animo, scoraggiarsi. ◀▶ farsi coraggio, resistere, rianimarsi, rincuorarsi, riprendersi, (fam.) tenere duro.

Enciclopedia Italiana. 2013.

Look at other dictionaries:

  • lasciare — la·scià·re v.tr. FO 1. cessare di tenere, stringere, premere o sostenere qcs.: lasciare una fune, il volante; posare un oggetto che si tiene, o anche smettere di toccarlo: se lo lasci, quel vaso si romperà | non trattenere qcn., lasciarlo andare …   Dizionario italiano

  • lasciare — {{hw}}{{lasciare}}{{/hw}}A v. tr.  (io lascio ) 1 Cessare di tenere, di stringere: lasciare le briglie; SIN. Mollare. 2 Andarsene da un luogo: lasciare il paese, la casa | Separarsi da qlcu. o da qlco.: lasciare il marito | Lasciare la tonaca,… …   Enciclopedia di italiano

  • lasciare — A v. tr. 1. (la presa) allentare, mollare, liberare CONTR. tenere, trattenere, bloccare, stringere, tirare, prendere, pigliare, afferrare 2. (una persona, il paese, ecc.) abbandonare, allontanarsi, separarsi, andarsene CONTR. ritornare 3. (il… …   Sinonimi e Contrari. Terza edizione

  • lasciare — ит. [лаша/рэ] оставлять, покидать, отпускать ◊ lasciar vibrare [лаша/р вибра/рэ] с правой педалью …   Словарь иностранных музыкальных терминов

  • lasciare la stecca — Passare ad altri un incarico sgradito, un impegno o lavoro faticoso. L espressione viene da una stecca di legno fornita di fori nei quali si facevano entrare i bottoni metallici delle vecchie uniformi militari, quando venivano lucidati prima… …   Dizionario dei Modi di Dire per ogni occasione

  • Lassà — lasciare …   Mini Vocabolario milanese italiano

  • lassè — lasciare, non portare con se, abbandonare …   Dizionario Materano

  • prendere — / prɛndere/ [dal lat. prĕhendĕre e prĕndĕre ] (pass. rem. io prési [ant. prendéi, prendètti ], tu prendésti, ecc.; part. pass. préso [ant. priso ]). ■ v. tr. 1. a. [esercitare una presa su cosa o persona con le mani, in modo da tenerla in una… …   Enciclopedia Italiana

  • Selva morale e spirituale — Die 1641 veröffentlichte Sammlung »Selva morale e spirituale«, SV 252 288, ist eine Zusammenstellung geistlicher Werke des italienischen Barockkomponisten Claudio Monteverdi (1567 1643). Das Gesamtwerk wurde in Form einzelner Stimmbücher… …   Deutsch Wikipedia

  • abbandonare — (ant. abandonare) [dal fr. abandonner, der. della locuz. ant. a bandon alla mercé , dal franco bann potere ]. ■ v. tr. 1. a. [andare via da un luogo] ▶◀ allontanarsi (da), andarsene (da), emigrare (da), evacuare, lasciare, partire (da), sgombrare …   Enciclopedia Italiana

Share the article and excerpts

Direct link
Do a right-click on the link above
and select “Copy Link”

We are using cookies for the best presentation of our site. Continuing to use this site, you agree with this.